E poi ti contatta sedicente redattrice radiofonica.

Proprio così.
A un certo punto su Facebook, attraverso un gruppo di scrittori, mi contatta una tale che si dice redattrice radiofonica proponendomi un’intervista.
Wow?
Non so, sulla pelle degli scrittori c’è una marea di gente che cerca di mangiarci approfittando della loro buonafede. Mi rigiro il profilo della tipa: creato da pochissimo, con immagine solo per il profilo e la pagina, nessun amico, niente che possa collegarla effettivamente alla radio che nomina. In più il contatto telefonico è un numero Iliad, nuovo pure quello.
Mi insospettisco, ma potrebbe anche essere una neoassunta e mi metto nei suoi panni. Diamole una possibilità.

Ci vuole un po’ per riuscire a sentirci. Ho sentito una certa mancanza di professionalità nella sua richiesta, dopo giorni di silenzio, al sabato mattina: “Mi dica quando possiamo sentirci oggi”. Come se fossi lì ad aspettare solo la sua telefonata. Ma via, glissiamo, ritardiamo la risposta e sentiamo in settimana cosa ha da dirmi.

Ed ecco la fatidica telefonata. Come volevasi dimostrare: offre un piccolo servizio grautito (intervista radiofonica che andrà in onda in differita non si sa bene quando) ma, più che altro, cerca di vendermi una “intervista videoregistrata” da poter girare sui social per una modica cifra di 100€ circa.
In tutto questo, la sedicente signorina prima non sa se ho già pubblicato un libro o no (è ovvio di sì dal mio profilo Facebook attraverso cui mi ha contattata), poi non mi chiede nemmeno una copia omaggio del libro per poter preparare l’intervista. E quindi di cosa parleremo? Lo penso ma non lo chiedo.

– Ci penso ed eventualmente confermo. – Le dico io.
Un pochino ci voglio pensare davvero, perché magari mi viene anche voglia di spendere qualche soldo per la promozione o sbattermi per una intervista gratuita.
Ma, in effetti, non mi viene voglia. Almeno, non per un prodotto che non riesco a capire come verrà (perché a parte le sue parole, non sono nemmeno se davvero andrà in onda dove e come dice lei).

Non ho confermato. Forse ho fatto bene, forse ho fatto male.
Non è che lo faccio perché non mi abbasso a quel livello, è che tempo e soldi non me li regalano. Se un giorno deciderò di spendere quei soldi o anche di più, sarà per contattare un professionista di cui sia certa di potermi fidare.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Mezzatazza ha detto:

    Ma và, con 100 euro ha più senso che ti pubblicizzi da sola, via social

    questi sono truffatori cazzari, stanne lontana.

    Piace a 2 people

    1. Irene ha detto:

      Eh sì, lo sono! Comunque, io anche solo per farmi una risata me lo sento cosa hanno da proporre.

      Piace a 1 persona

      1. Mezzatazza ha detto:

        E fai bene!

        "Mi piace"

  2. Elena Ferro ha detto:

    Non mi è mai capitato di essere contattata da qualcuno per una video intervista. Puoi fartene una tu e caricarla su YouTube gratis, ad esempio

    Piace a 1 persona

    1. Irene ha detto:

      Esatto, e magari quei soldi li potrei dare a uno dei miei amici che produce video. Sempre meglio farmi aiutare da loro che dagli estranei.

      Piace a 1 persona

  3. Stare sempre attenti, questo mondo è pieno di avvoltoi.

    Piace a 1 persona

    1. Irene ha detto:

      Magari anche perché è pieno di gente disposta ad abboccare.

      Piace a 1 persona

  4. bloody ivy ha detto:

    scappa senza remore

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.